Home
 

Il multi-level marketing diventa un affare di cuore

di Maria Paulucci

venerdì 15 dicembre 2006

In principio furono cosmetici e detersivi. Poi anche l’amore diventò business piramidale. Con Meetic. Un guru? No, un’agenzia francese nata nel 2002 da un’idea dell’imprenditore Marc Simoncini. Lo scopo? Far incontrare i cuori solitari sulla Rete. «Milioni di single si sono iscritti e conosciuti su Meetic», è la frase che compare sul sito italiano della società. Che dalla sua attività ha intascato importanti guadagni.

Partita dalla Francia, Meetic ha messo radici in tutta Europa, Italia compresa. L’idea di trasferire le tradizionali agenzie per incontri sul web ha reso così bene che nel settembre 2005 la società ha fatto il suo debutto su Euronext, il listino transnazionale di Parigi, Bruxelles e Amsterdam.

 

L’ultimo business dell’impresa transalpina è il “creatore di incontri”. «Aderisci al nostro programma di affiliazione - si legge sul sito www.meetic.it -. Aumentando il capitale felicità dei tuoi visitatori, massimizzi i tuoi capitali». Insomma, voi procurate iscritti a Meetic e Meetic vi paga. Quanto? Da 1,20 euro a 2,50 a iscritto, a seconda del numero di utenti che riuscite a portargli. Sul sito c’è il kit completo per “vendere” l’iscrizione alle anime in cerca dell’altra metà. Una tecnica che ricorda molto quella del multi-level marketing. Ma “creatore di incontri” suona più romantico.

 

foto da Internet. La foto in basso a sinistra è del sito sussidiario.it

 

MARIA PAULUCCI partecipa al primo Master biennale in Giornalismo dell'Università degli Studi di Milano